ADICONSUM MARCHE: CONSUMATORE OTTIENE RIMBORSO DI € 10.000 DA POSTE ITALIANE


Si presentava presso la sede della nostra associazione un consumatore, in possesso di un vaglia postale di oltre  € 10.000,00 emesso a favore di una terza persona.

Il beneficiario del vaglia ne aveva richiesto la riscossione oltre il termine di prescrizione previsto (3 anni), e quindi le poste ne avevano legittimamente rifiutato la riscossione. A tal punto però colui che aveva 5richiesto l’emissione del vaglia ed approntato il denaro si era recato alle Poste per richiedere a sua volta il rimborso dei 10.000 euro, visto che oramai non potevano più essere riscossi da nessuno. Le Poste negavano il rimborso, ma così il denaro di fatto veniva trattenuto da Poste Italiane, considerando che non poteva essere più riscosso dal beneficiario e non veniva rimborsato all’emittente.

Il consumatore decideva pertanto di rivolgersi all’Adiconsum, che presentava reclamo nei confronti di Poste Italiane e richiedeva il rimborso del vaglia postale all’emittente, di fatto il legittimo proprietario dei 10.000,00 euro.

L’Adiconsum faceva presente che la norma riguardante la prescrizione del diritto all’incasso del vaglia postale, triennale, riguardava soltanto il beneficiario, e non l’emittente, nei confronti del quale doveva applicarsi il termine di prescrizione decennale, non ancora decorso, richiamando anche varie decisioni dell’Arbitro Bancario Finanziario.

Qualora le Poste non avessero provveduto al rimborso nei confronti dell’emittente, si sarebbe quindi trattato di appropriazione indebita.

Ma la questione si faceva ancora più complessa. Infatti il beneficiario aveva smarrito il vaglia originale, e le Poste, per provvedere al rimborso, richiedevano il titolo originale, non ritenevano sufficiente una copia né una denuncia di smarrimento.

A seguito di ulteriori comunicazioni di Adiconsum, dietro presentazione della denuncia di smarrimento le Poste hanno capitolato, riconoscendo il diritto dell’emittente ad avere il rimborso ed emettendo a suo favore un assegno dell’intera somma, ossia oltre 10.000 euro.

happy wheels 2