TUTELA SIMILE – FINE DEL MERCATO DI MAGGIOR TUTELA NEL SETTORE DELL’ENERGIA ELETTRICA


FINE DEL MERCATO DI MAGGIOR TUTELA PER L’ENERGIA ELETTRICA, IN ARRIVO LA “TUTELA SIMILE”

Si avvicina la fine del mercato di luce e gas a maggior tutela.

La partecipazione al mercato libero, sarà l’unica modalità di fornitura che rimarrà in vigore quando finirà il regime di tutela del prezzo, il cui termine ad oggi è previsto a giugno 2018. Dunque nel 2018, ma bisogna cominciare a pensarci sin da ora, approfittando del 2017 di transizione, sarà definitivamente «disattivato» quel meccanismo di prezzi fissi, stabiliti dall’Authority, che finora ci ha garantito bollette calmierate.
L’adesione al mercato libero, però, necessita di un certo grado di informazione e consapevolezza di cui non sempre il consumatore è già dotato, ecco perché da gennaio 2017 è, infatti, possibile «testare» il nuovo mercato libero: l’Autorità per l’energia ha ideato il meccanismo di «Tutela Simile».

Si tratta di uno strumento controllato e gestito dall’AEEGSI (Autorità Garante per l’energia elettrica ed il gas) al fine di accompagnare il consumatore verso il mercato libero e guidarlo nella scelta di una offerta semplice, in condizioni di trasparenza ed in un contesto di fornitura sorvegliata dall’Autorità stessa.
La Tutela Simile, in sostanza, è il nuovo meccanismo transitorio che dal primo gennaio 2017 permette di aderire volontariamente, via web, ad un contratto di fornitura di energia elettrica della durata di 12 mesi (non rinnovabile) che, pur basandosi sul mercato libero, mantiene condizioni definite dall’Autorità, obbligatorie e omogenee per tutti i venditori.

Il prezzo applicato al cliente sarà del tutto comparabile a quello del servizio di Maggior Tutela, entrambi aggiornati ogni tre mesi. In più, però, per il cliente che aderisce all’offerta Tutela Simile sarà previsto un risparmio di spesa legato alla presenza di un bonus una tantum già sulla prima bolletta. Il bonus verrà definito per ogni tipologia di cliente, non dall’Autorità, ma da ciascun fornitore di energia elettrica ‘ammesso’ al meccanismo. Gli operatori dell’elettricità ammessi a questo periodo transitorio sono circa una trentina, selezionati dalla stessa Autorità.
Alla scadenza del contratto il cliente potrà scegliere se rimanere con lo stesso fornitore sottoscrivendo una nuova offerta di mercato libero, oppure stipulare un contratto sempre di mercato libero ma con un fornitore diverso.

In questa fase il ruolo dell’Adiconsum sarà quello di promuovere la diffusione di tali meccanismi tra i consumatori e di “facilitare” l’accesso all’offerta della Tutela Simile via web; i consumatori possono rivolgersi a noi per ottenere assistenza nella comprensione delle offerte di Tutela Simile e nella comparazione dei prezzi, per avere informazioni sulla durata e sulle caratteristiche della Tutela Simile, nonché per l’accesso al portale e l’adesione ai contratti.

happy wheels 2